2016

 

Mondi Possibili. Libro e illustrazione per l’infanzia a Venezia

                     

                   9 novembre 2016 – 11 dicembre 2016

Martedi 8 novembre h.16.30 a Venezia nello Spazio Espositivo della Giudecca Ex-­-Cinema Redentore s’inaugura la mostra Mondi Possibili. Libro e illustrazione per l’infanzia a Venezia a cura di Lazhar Associazione Culturale e Libreria Ohana Venezia, in collaborazione con Biblioteca della Giudecca, CZ95 Centro Culturale Multimediale delle Zitelle, Centro Internazionale di Studi per la Cultura dell’Infanzia Štěpán Zavřel e Museo Artistico Štěpán Zavřel di Moruzzo (UD), Comitato Provinciale UNICEF di Venezia, Favini s.r.l., cartoleria Il Trifoglio Giudecca (VE).

In tempi di profondi cambiamenti, d’incontri e scontri tra mondi, il progetto espositivo si propone di guardare al bambino e alla sua capacità di porsi al di là delle contingenze, esplorando con libertà i territori della possibilità, con una selezione di opere grafiche e libri per l’infanzia offerta a un pubblico di adulti e bambini, addetti ai lavori e semplici curiosi, per interpretare le complessità del mondo reale.

La mostra intende valorizzare il rapporto degli illustratori con il settore dell’editoria e della stampa, evidenziando il vincolo stretto tra immagine e parola stampata e la strategia della comunicazione riproducibile che sta alla base dell’illustrazione libraria. In mostra 70 pezzi tra stampe e libri/albi illustrati selezionati tra quelli pubblicati da importanti case editrici italiane specializzate nel settore del libro illustrato per l’infanzia (Babalibri, Bohem Press Italia, La Nuova Frontiera) ed altre più giovani ma di grande carattere e qualità (Rrose Selavy, Splen).

Mondi possibili di grandi maestri dell’illustrazione internazionale come Štěpán Zavřel, Maurice Sendak, Philippe Corentin, Claude Ponti e Yvan Pommeaux messi a confronto con quelli di autori italiani affermati nel panorama nazionale e internazionale (Gianluca Folì, Riccardo Francaviglia e Margherita Sgarlata, Fabrizio Di Baldo), personalità con lunga esperienza nel settore della grafica (Matteo Berton, Flavia Zuncheddu, Annalisa Bollini) e giovani promesse di grande capacità tecnica e narrativa (Valentina Corradini, Laura Aldofredi, Ramona Bruno, Annika Cova), tutti accomunati da proposte originali sul tema.

La mostra é affiancata da laboratori di lettura e creatività rivolti alle scuole primarie e dell’infanzia, e alle famiglie: quattro percorsi dedicati ai principali temi in mostra, tra cui  L’ultimo albero. Esplorare la natura con arte, in collaborazione con Centro Internazionale di Studi per la Cultura dell’Infanzia Štěpán Zavřel/Museo Artistico Štěpán Zavřel di Spazio Brazzà (Ud).  Percorso di esplorazione del grande giardino del convento del Redentore in compagnia di Nadir e Selina, i piccoli protagonisti del libro ‘L’ultimo albero’ di Štěpán Zavřel, in cui i bambini scopriranno l’importanza del mondo delle piante con i loro segreti nel rispetto della Natura.


Il libro, esposto in mostra con altre immagini dell’artista, é stato recentemente ripubblicato dal museo friulano (Progetto Editoriale Štěpán Zavřel) nell’ambito del Progetto Speciale ‘Piccoli Esploratori Crescono. Racconti per Bambini e Percorsi nel Verde alla scoperta del Parco di Brazzà‘

Tra gli altri laboratori: Una pigotta per Ada Maty. Laboratorio di interculturalità e valorizzazione delle diversità, ispirata al libro illustrato Ada Maty, una storia cantata a più voci per conoscere una parte della cultura musicale africana per l’infanzia fatta di filastrocche, ninne nanne, scioglilingua e realizzare delle pigotte Unicef senegalesi; Mostri per caso. Attività sulla consapevolezza di sé e gestione delle emozioni, partendo dalla lettura del celebre capolavoro di Maurice Sendak; Di mare in mare. Racconto e illustrazione di mondi possibili. Prendendo le mosse dalla leggenda siciliana di Colapesce, esposta in mostra con le illustrazioni di Riccardo Francaviglia e Margherita Sgarlata.

Info evento e laboratori
Invito al vernissage
Cartolina evento

Data: 9 novembre 2016 – 11 dicembre 2016
Luogo: Ex-Cinema Redentore | Spazio Espositivo Giudecca 196 – 30133 Venezia (VE)
Orari: martedi-domenica h.15-19
Ingresso gratuito

INFO evento e laboratori:
Ufficio stampa
Gabriella Trevisan
+39 334 31 3793
associazionelazhar@hotmail.com
www.facebook.com/associazionelazhar

 
Spazio Brazzà
Centro Internazionale di Studi per la Cultura dell’infanzia Štěpán Zavřel
via del Castello 15, 33030 Moruzzo (Ud)
cell. 345 39 11 907
info@castellodibrazza.com
www.castellodibrazza.com

Direzione artistica: Marina Tonzig
Organizzazione: Spazio Brazzà
©Habitat Brazzà Srl – Tutti i diritti riservati

Piccoli Esploratori Crescono II edizione. Racconti per bambini e percorsi nel Verde, alla scoperta della Natura del Parco di Brazzà

                                       

                                      Domenica 15 maggio 2016

Vuoi vivere una giornata da esploratore immerso nel Verde, tra racconti e attività divertenti e interessanti? Allora ti aspettiamo domenica 15 maggio per scoprire insieme la Natura del Parco di Brazzà!


‘Piccoli Esploratori Crescono. II edizione’ é un progetto pensato per bambini, famiglie, amanti della Natura, ideato e organizzato da Spazio Brazzà, realizzato in collaborazione con Assessorato risorse agricole e forestali della Regione Friuli Venezia Giulia (Centro Didattico Naturalistico di Basovizza, Corpo Forestale Fvg, A.ST.O.R.E. Fvg/Associazione Studi Ornitologici e Ricerche Ecologiche del Friuli Venezia Giulia), Laloc Design, Molino Rosenkranz; con il patrocinio di PromoTurismo Fvg, Comune di Moruzzo, Amici in Giardino, Bohem Press Italia.


L’evento rientra nella manifestazione ‘Giardini Aperti in Friuli Venezia Giulia 2016’, realizzata da Amici in Giardino e PromoTurismo Fvg, che ogni anno permette di visitare oltre 60 tra giardini e parchi privati sparsi su tutto il territorio regionale a tutti gli appassionati del Verde, nella convinzione che il giardino privato aperto al pubblico sia una grande risorsa per il territorio e  importante per la valorizzazione del paesaggio. Programma Giardini Aperti in Fvg 2016

In questa giornata dedicata all’ambiente Spazio Brazzà apre il Parco storico e il Giardino delle Rose per renderti protagonista di un‘avventura speciale nella Natura.


Con il kit dell’eploratore, munito di mappa, quaderno e matita potrai annotare le tue curiosità, conoscere i segreti del parco di Brazzà, divertendoti guidato da chi si impegna a proteggere e valorizzare il patrimonio paesaggistico e avifaunistico. Conoscerai il racconto di Selma e Nadir, due bambini che amano le piante e conoscono i loro segreti, protagonisti del libro illustrato L’ultimo albero di Štěpán Zavřel che abbiamo ripubblicato per l’occasione e che riceverai in dono, con le preziose immagini provenienti dall’archivio del nostro museo. Potrai mangiare sotto la grande quercia secolare, costruire e portare via con te una magnifica Cincia, come quelle che abitano il nostro bosco; visitare i Musei di Spazio Brazzà, conoscendo la storia e le opere di due grandi personaggi che hanno dedicato la loro vita all’esplorazione e alla ricerca: Pietro Savorgnan di Brazzà il grande esploratore, tanto importante che il Congo gli ha dedicato la sua capitale Brazzaville; e l’illustratore Štěpán Zavřel che con i suoi libri, pubblicati in tante lingue e vincitori di premi e riconoscimenti internazionali, ha insegnato a grandi e piccoli di tutto il mondo a continuare a credere nei propri sogni. In mostra libri illustrati dall’artista sulla Natura, oltre a storyboard e immagini de L’ultimo albero, legato al Progetto Speciale L’Ultimo Albero ultimo nato del Progetto Editoriale Štěpán Zavřel


Per prepararti all’evento nel Parco ti segnaliamo il link di Xeno-canto Foundation, per ascoltare i diversi canti degli uccelli da tutto il mondo! http://www.xeno-canto.org/  

INFO e ISCRIZIONI ATTIVITA’: 
Data: domenica 15 maggio 2016.
In caso di maltempo l’evento sarà spostato a domenica 22 maggio.
Consigliato a: famiglie, bambini a partire dai 5 anni (accompagnati dai genitori), amanti della Natura
Orari: Registrazione iscritti e consegna kit dell’eploratore: h.10.00 c/o Spazio Brazzà
Durata attività: h.10.30-h.16.00
Abbigliamento: si consigliano pantaloni lunghi e scarpe comode, adatte al percorso nel Parco
Iscrizione: pagamento di Euro 16.00 da saldare e consegnare assieme al modulo d’iscrizione compilato,  entro le h.17 di venerdi 13 maggio 2016 c/o segreteria organizzativa polo museale Spazio Brazzà, via del Castello, 15, Moruzzo.
scarica qui il modulo d’iscrizione
Attività a posti limitati, iscrizione obbligatoria per adulti e bambini partecipanti.
L’iscrizione comprende:
– attività dell’intera giornata nel Museo e nel Parco di Brazzà con operatori specializzati;
– kit dell’esploratore: quaderno, matita, mappa, badge personale;
– nuova edizione del libro illustrato L’ultimo albero di Štěpán Zavřel/Progetto Speciale
Spazio Brazzà, Bohem Press 2016;
– pranzo nel Parco di Brazzà;
– partecipazione laboratorio Laloc Design (incluso manufatto Laloc Design).

 

Spazio Brazzà
via del Castello 15,
33030 Moruzzo (Ud)
cell. 345 39 11 907
info@castellodibrazza.com
www.castellodibrazza.com  

Direzione artistica: Marina Tonzig
Organizzazione: Spazio Brazzà
©Habitat Brazzà Srl – Tutti i diritti riservati

Giornata Mondiale del Libro: Spazio Brazzà e il nuovo libro L’Ultimo Albero

                                                   

                                                      Sabato 23 aprile 2016

In occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, patrocinata dall’UNESCO per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la tutela dei diritti d’autore, Spazio Brazzà con il Centro Internazionale di Studi per la Cultura dell’Infanzia Štěpán Zavřel e l’omonimo Museo Artistico comunica che é finalmente disponibile al pubblico nel bookshop del museo, la nuova edizione del libro per l’infanzia L’Ultimo Albero di Štěpán Zavřel.

Il libro é stato ripubblicato grazie alla collaborazione tra il polo culturale di Spazio Brazzà e Bohem Press Italia, all’interno del progetto editoriale dedicato all’artista boemo, promosso dal centro friulano referente per la gestione e il monitoraggio dei diritti dell’artista.
Il Progetto Editoriale Štěpán Zavřel vede, oltre alla fondamentale sinergia tra il lavoro di ricerca scientifica sull’artista e l’impegno condiviso di recupero dell’opera editoriale, l’ideazione e la proposta di Progetti Speciali che sperimentano la contaminazione di diversi generi artistici a partire dal Libro, curati dal Centro Studi di Spazio Brazzà.

 

Nel progetto di riedizione ha notevole importanza l’inserimento di opere originali inedite dell’artista provenienti dall’archivio del museo di Brazzà, impreziosendo la nuova edizione nel rispetto assoluto dell’opera originaria. Di qui la pubblicazione di libri come L’Ultimo Albero, un evergreen che ritorna per la gioia di grandi e piccoli lettori, a ricordarci la relazione profonda fra noi e la natura che ci circonda.
preview L’Ultimo Albero

Il libro si presenta così nella nuova veste grafica arricchita da immagini provenienti dall’archivio del museo friulano, accompagnato anche dal progetto culturale educativo Piccoli Esploratori Crescono curato da Marina Tonzig, direttore artistico di Spazio Brazzà, e promosso dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Assessorato alle politiche agricole e forestali. Un progetto pensato per l’infanzia, per avvicinarsi alla Bellezza e alla Natura immergendosi nel Verde in un percorso coinvolgente e stimolante tra il Museo e il Parco di Brazzà.
Piccoli Esploratori Crescono I edizione 2015


Info:
Spazio Brazzà
via del Castello 15,
33030 Moruzzo (Ud)
cell. 345 39 11 907
info@castellodibrazza.com
www.castellodibrazza.com  

Direzione artistica: Marina Tonzig
Organizzazione: Spazio Brazzà
©Habitat Brazzà Srl – Tutti i diritti riservati

Bambini al museo con l’arte e i racconti di Štěpán Zavřel

                         

                               Sabato 6 Febbraio 2016

Sabato 6 febbraio 2016, dalle ore 15.00 alle ore 16.30 nella sala Playroom del Museo Etnografico del Friuli di Udine si terrà un incontro dedicato ai bambini dai 5 agli 8 anni, per salutare la chiusura della mostra di grafica e illustrazione ‘Luce e Paesaggi nel Natale di Štěpán Zavřel’, che domenica 7 febbraio lascerà la sede del museo udinese per rientrare nel museo di Moruzzo.  Info mostra Luce e Paesaggi


Per salutare la mostra, accolta con entusiasmo da adulti e bambini, Spazio Brazzà in collaborazione con la Biblioteca Civica ‘Vincenzo Joppi’- Sez. Ragazzi di Udine, propone un incontro dedicato ai bambini, per conoscere da vicino l’arte e le storie dell’artista praghese.

I piccoli partecipanti saranno accompagnati dalla curatrice della mostra Marina Tonzig, a scoprire da vicino colori, personaggi e paesaggi creati dalla fantasia dell’artista, in un viaggio particolare alla scoperta del Bello e della Poesia nelle opere in mostra.
Grazie alla collaborazione della Biblioteca Civica Joppi-Sezione Ragazzi, bambini e adulti potranno ascoltare storie nuove, preziose o poco conosciute…storie di amicizia tra opere d’arte e bambini; di colori rubati e arcobaleni; di vecchine, sacchetti di sale e principesse e tante altre storie sorprendenti senza tempo.

Libri di Štěpán Zavřel ripubblicati per far sognare grandi e piccoli, grazie al ‘Progetto Editoriale Štěpán Zavřel’ che il Centro Internazionale di Studi per la Cultura dell’Infanzia ‘Štěpán Zavřel’ di Spazio Brazzà porta avanti in collaborazione con la casa editrice specializzata Bohem Press di Trieste, affiancandoli a Progetti Speciali. Progetto Editoriale ‘Štěpán Zavřel’ e Progetti Speciali 


Un’occasione anche per gli appassionati che non hanno ancora avuto modo di vedere i preziosi originali esposti che da domenica prossima rientreranno nell’archivio di Spazio Brazzà.

 

Incontro a entrata libera, consigliato per bambini 5-8 anni, accompagnati dai genitori.
h.15.00-16.30 c/o Sala Playroom – Museo Etnografico del Friuli, via Grazzano 1, Udine

Info:
Spazio Brazzà
Via del Castello, 15
33030 Moruzzo (Ud)
te. 39 345 39 11 907
info@castellodibrazza.com
www.castellodibrazza.com

Biblioteca Civica ‘V.Joppi’, Sezione Ragazzi
Riva Bartolini 3, Udine
tel. 0432 27 1585
bcur@comune.udine.it
www.sbhu.it/udine/ragazzi

Direzione artistica: Marina Tonzig
Organizzazione: Spazio Brazzà
©Habitat Brazzà Srl – Tutti i diritti riservati

Spettacolo per la prima infanzia Ho un Punto tra le mani – Tam Teatromusica Padova.

                                     

                                           giovedi 21 gennaio, giovedi 31 marzo 2016

Spettacolo per la prima infanzia Ho un Punto tra le mani – Tam Teatromusica Padova.


giovedi 21 gennaio, giovedi 31 marzo 2016 – Sala Didattica Museo Artistico Štěpán Zavřel/Spazio Brazzà

Ho un Punto tra le mani. Libero gioco multisensoriale a partire dalla pittura di Kandinskij, con Flavia Bussolotto, creazioni digitali dal vivo Alessandro Martinello, musiche Michele Sambin, ideazione e regia Flavia Bussolotto.
A sinistra, in alto nell’angolo, un puntolino. A destra, nell’angolo in basso, altro puntolino. E al centro niente di niente. E niente di niente è tanto, tantissimo. In ogni caso assai più di qualcosa.


Kandinskij

Grazie alla collaborazione tra Ert Fvg, Centro Internazionale di Studi per la Cultura dell’Infanzia Štěpán Zavřel di Spazio Brazzà e Tam Teatromusica nei giorni 21 gennaio e 31 marzo 2016 si terranno presso la sala didattica del museo due repliche dello spettacolo, rivolte a scuole della prima infanzia.

Il nuovo percorso di ricerca pensato per la prima infanzia parte da alcune suggestioni contenute nei testi Punto linea superficie e Lo spirituale nell’arte di Vassilij Kandinskij.


Kandinskij scrive: “Il colore è il tasto, l’occhio è il martelletto, l’anima è un pianoforte con molte corde. E l’artista è la mano che toccando questo o quel tasto fa vibrare l’anima”. In un altro passaggio della sua riflessione dirà altrettanto della forma.


Per Kandinskij forme e colori parlano direttamente all’anima. Ogni colore ha un suo odore, sapore, suono, così un punto, una linea o un triangolo, un quadrato, un cerchio. Grazie alle loro qualità sensibili le forme sono esseri viventi da ascoltare e i colori richiamano una sensazione vitale, un’emozione, un suono, addirittura uno strumento musicale.


L’opera d’arte è una partitura di forme e colori con un proprio suono e respiro, la sua creazione è la creazione di un mondo nel quale lo spettatore è invitato a immergersi ‘con tutti i propri sensi’.


Ed è proprio questa visione ‘sinestetica’ che ha stimolato la curiosità e il desiderio di avvicinare le parole di Kandinskij al bambino e alla sua ‘percezione multisensoriale’ del mondo.


Ma se Kandinskij voleva creare una scienza dell’arte, dando basi matematiche ai fenomeni artistici e fissando una grammatica dei segni pittorici, il desiderio è quello di giocare in libertà e leggerezza con le suggestioni creative contenute nelle sue parole.


Sinestesia, dal greco syn-aisthanèstahai, percepire insieme. Se ci atteniamo al significato etimologico del termine possiamo dire che ogni attività percettiva è un’attività sinestetica; ognuno di noi ‘percepisce insieme’ suoni, colori, odori e sapori. Ancor più il bambino piccolo, immerso in un flusso globale di percezioni. Ma sinestesia è anche ‘contaminazione’ dei sensi di percezione e allora si può parlare del colore di un suono, del profumo di una parola.

In scena un corpo dialoga con il silenzio di un punto nello spazio, con la poesia di una linea retta che evoca spazi da abitare, immerso nell’esplosione di un colore, che è anche cibo, profumo, il suono di uno strumento musicale, ogni colore una nota e nell’immersione sensoriale dell’attrice il bambino si specchia, vivendo le proprie percezioni presenti e ritrovando la memoria dei propri sensi come immagini nella mente. In un gioco di videoproiezioni gli elementi propri della pittura evocano mondi che toccano fisicamente il corpo vivo dell’attrice: qual è il profumo di un colore? Quale il suo sapore e il suo suono?…Mordere un limone, aspro suono, aspro colore che esce dall’anima e invade lo spazio.

Ho un punto fra le mani è pensato per bambini d’età compresa tra 2 e 6 anni


Lo spettacolo è stato presentato in forma di studio al festival ‘Visioni di teatro, visioni di futuro’ (2013); debutto del lavoro finito: Premières rencontres, art, petite enfance et spectacle vivant, Biennale européenne en Val d’Oise (2014)

INFO e ISCRIZIONI:
ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia
via Marco Volpe 13-33100 Udine
tel. 0432-224114 – info@teatroescuola.it
www.ertfvg.itwww.blogteatroescuola.it
www.tamteatromusica.it

Spazio Brazzà
via del Castello, 15
33030 Moruzzo (Ud)
tel. + 39 345 39 11 907
info@castellodibrazza.com
www.castellodibrazza.com
Facebook: CastelloDiBrazza

Direzione artistica: Marina Tonzig
Organizzazione: Spazio Brazzà
©Habitat Brazzà Srl – Tutti i diritti riservati

+39 345 39 11 907

©2017 by Habitat Brazzà. Proudly created with Wix.com