Štěpán Zavřel. L’arte di raccontare con le immagini. Mostra e laboratori itineranti per i piccoli in Sardegna

9 novembre - 11 dicembre 2015

Lunedì 9 novembre é stata inaugurata in Sardegna, nel Centro sociale di Bottidda (SS), la mostra dedicata all’illustratore ceco ‘Štěpán Zavřel. L’arte di raccontare con le immagini’, nata dal progetto curato dall’associazione culturale Lughenè (Or), in collaborazione con la casa editrice Bohem Press Italia e il Museo Artistico Štěpán Zavřel di Spazio Brazzà (Ud) che, con il Centro Internazionale di studi per la cultura dell’infanzia Štěpán Zavřel, si occupa di tutela, conservazione e ricerca dell’opera omnia dell’artista.
Il titolo della mostra suggerisce quella capacità, che accomuna i grandi illustratori, di narrare al di là delle parole con un linguaggio universale in grado di comunicare a tutti, indipendentemente dall’età; il progetto espositivo, rivolto a bambini della scuola dell’infanzia e primaria, a ragazzi, insegnanti, genitori e appassionati d’arte, é composto da illustrazioni, pannelli a grandezza di bambino, proiezioni video e superfici calpestabili illustrate che conducono i visitatori lungo il percorso della mostra. Sono esposte una sessantina di illustrazioni tratte dai diversi libri di Zavřel, pubblicati da Bohem Press, dal primo, Il pesce magico, illustrato proprio nel Castello di Brazzà (1966), alla Città dei fiori (1987).

Un percorso di avviamento all’arte che mira a coinvolgere i più piccoli attraverso la conoscenza ravvicinata delle opere di grandi illustratori internazionali, nella convinzione che ‘la fantasia fa parte di noi come la ragione: guardare dentro la fantasia è un modo come un altro per guardare dentro noi stessi” (Gianni Rodari, Grammatica della fantasia). Nelle opere di Štěpán Zavřel si avverte infatti l’eco di artisti come Klee, nell’armonia cromatica o nel ritmo compositivo di città e paesaggi di libri come il Pesce magico, ispirato al Pesce d’oro del 1925 conservato nella Kunsthalle di Amburgo, o come Klimt nelle scie preziose di farfalle e mantelli cosparsi di gemme e applicazioni déco. Molti altri sono gli incantevoli riferimenti ai grandi maestri dell’Arte, e se é grande l’attenzione alla cura formale dell’immagine, é altrettanto importante il significato del messaggio affidato ai suoi libri illustrati, caratterizzati da tematiche sociali a volte difficili, come Nonno Tommaso, dedicato a tutti i nonni e le nonne del mondo, dove Zavřel affronta il problema dell’invecchiamento in modo delicato proponendo una conclusione solidale condivisa da tutti i protagonisti o come ne L’ultimo albero riferito al disboscamento per denaro perpetrato dagli abitanti di una comunità: non è un caso se l’ultimo albero scelto da Zavřel è il cedro del libano, simbolo di immortalità ed eternità.

La mostra di Štěpán Zavřel potrà essere visitata dal 9 al 13 novembre nel Centro sociale di Bottidda (SS), dal 17 al 22 novembre a Putifigari (SS), dal 23 al 28 novembre a Siniscola (NU), dal 30 novembre al 5 dicembre a Bitti (NU) dal 7 all’11 dicembre 2015 a Gergei (CA). Proseguirà poi nel 2016 in altri Comuni della Sardegna.
Locandina Mostra e attività collaterali
Nel progetto sono incluse numerose attività collaterali: visite guidate, laboratori di scrittura creativa ispirati alle tecniche di Gianni Rodari, laboratori artistici di Teatro delle ombre, illustrazione, giochi con l’arte, collage, sperimentazione con i colori e creazione di un erbario. Il tutto ispirato ai libri in mostra. Segnaliamo inoltre che a dicembre si terrà lo spettacolo teatrale ‘Buon Natale, Nonno Tommaso!’, liberamente ispirato al libro scritto e illustrato da Štěpán Zavřel, prodotto dall’Associazione Lughené in collaborazione con la compagnia spagnola di Murcia Teatro Silfo e patrocinato da Spazio Brazzà, in cui proiezioni, teatro d’ombra e di figura si fondono per dar vita a uno spettacolo di interazione tra attore e immagini illustrate.
Spettacolo Buon Natale Nonno Tommaso!
Locandina Spettacolo

Per info:
Associazione culturale Lughenè (Or)
lughene@gmail.com
www.lughene.blogspot.com

Spazio Brazzà
via del Castello, 15
tel. +39 345 39 11 907
info@castellodibrazza.com
www.castellodibrazza.com
Facebook: CastelloDiBrazza

Direzione artistica: Marina Tonzig
Organizzazione: Spazio Brazzà
©Habitat Brazzà Srl – Tutti i diritti riservati